Site Overlay

Clicca sulla locandina per ingrandirla


 Epilogo

 2019

 Milano

 Quartieri all’opera

L’idea era quella di condurre i cittadini alla riscoperta di un tratto culturale distintivo della tradizione  italiana: il teatro dell’opera, elemento di cultura sentito principalmente dalla popolazione adulta e  anziana ma che, adeguatamente immerso in un contesto spazio-temporale adeguato, eravamo pronti a  scommettere avrebbe potuto avvicinare anche una platea di giovani. L’Opera come fine, ma anche pretesto,     per introdurre azioni che prevedessero il coinvolgimento diretto dei cittadini (e soprattutto degli abitanti  delle residenze di edilizia popolare del Municipio 3 cui il Bando era diretto) e laboratori creativi volti  a  preparare le rappresentazioni operistiche. Laboratori per la realizzazione dei costumi di scena e degli  elementi d’arredo scenografico, per la produzione di contenuti digitali (video e foto per la scenografia   digitale) ed anche per la trasmissione degli spettacoli stessi in streaming.

La pandemia ha stravolto il piano di progetto pochi giorni dopo l’avvio dei laboratori, consigliando le    Associazioni e le Cooperative partecipanti all’iniziativa di modificare sostanzialmente il progetto  cercando di non stravolgerne la natura.

E’ nata così, a maggio 2020, l’idea di un ciclo di rappresentazioni in tarda estate, con allestimenti  minimali e la trasformazione dei laboratori da strumenti di preparazione (costumi, scenografia) a  strumenti  di elaborazione dei risultati (immagini e video tratti dagli spettacoli e con video e immagini, in  larga  parte, contribuiti).

L’idea sarebbe stata quella di una sorta di guerrilla-operistica: con un mezzo trasportare uomini e mezzi  (pardon cantanti e strumenti) sul luogo delle operazioni (i cortili) realizzare la performance e sparire  senza lasciare traccia, o meglio lasciando le uniche tracce nel ricordo e nelle immagini registrate.

Le restrizioni agli spettacoli, alla partecipazione dei ragazzi ai laboratori (diventati necessariamente  online), alla partecipazione del pubblico, hanno portato alla fine a realizzare una soluzione ancora più  minimalista, fruibile direttamente “dai balconi” delle palazzine interessate (e quindi a spettacoli  “Covid-  proof” sostanzialmente privi di scenografie).

Quello che trovate nel sito sono le tracce tangibili rimaste.

Quelle davvero importanti, nel ricordo di chi ha partecipato agli spettacoli e ha contribuito ai contenuti  che oggi potete vedere qui pubblicati.

 Grazie a tutti.

 Milano

 2021

    

Copyright © 2021 . All Rights Reserved. | Catch Vogue by Catch Themes